top of page
  • Immagine del redattoreAM.SA s.r.l.

SICUREZZA SUL LAVORO: NUOVE REGOLE E CONTROLLI


Il D.Lgs. n. 81/2008 si applica in tutti i settori di attività, privati e pubblici, e a tutte le tipologie di rischio, quindi qualsiasi luogo di lavoro o azienda è soggetta alle prescrizioni imposte dal D.Lgs. n. 81/2008.



Il D.Lgs. n. 81/2008 ha introdotto una serie di modifiche:

- l’obbligo di nomina del medico competente e l’estensione della sorveglianza sanitaria anche nei casi individuati dalla valutazione dei rischi;

-l’estensione degli obblighi di tutela a favore dei lavoratori autonomi e dei componenti dell’impresa familiare;

-la formazione del datore di lavoro sufficiente e adeguata in materia di sicurezza e di salute, prevenendo i rischi e l'organizzazione della sicurezza nell'azienda. Quest’obbligo è stato presidiato da un’apposita sanzione che prevede l’arresto da 3 a 6 mesi o l’ammenda da 3.071,27 a 7.862,44 euro a carico del contravventore.

-gli enti pubblici e privati devono condividere con l’Ispettorato Nazionale del Lavoro e rendere accessibili anche alla Guardia di Finanza i dati in loro possesso sui fattori di rischio che riguardano la salute e sicurezza del lavoro, di lavoro irregolare e di evasione oppure omissione contributiva;

-è istituito un fondo per i familiari degli studenti vittime di infortuni;

-è istituita una tutela assicurativa sperimentale per studenti e docenti impegnati in attività formative.

...


Lo scopo di questo aggiornamento, sulla sicurezza sul lavoro, è quello di diminuire il bilancio degli infortuni.


I dati sugli infortuni purtroppo sono continui, nei campi, nei cantieri, nei magazzini, negli ospedali, per strada, nelle fabbriche... Per quanto siano diminuiti rispetto agli altri anni, salvo nel 2021 che ha influenzato molto l'emergenza sanitaria Covid-19 , nel 2022 riscontriamo ancora una media di tre infortuni mortali al giorno.

Il settore produttivo con la maggior incidenza di violazioni prevenzionistiche è stato quello edile con oltre la metà di tutte le violazioni, tra cui il 22% riguarda il rischio di caduta dall'alto.




3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page