top of page
  • Immagine del redattoreAM.SA s.r.l.

FOCUS NORMATIVO MARZO 2023

AMBIENTE

«Qualità delle acque destinate al consumo umano»

D.Lgs n.18 del febbraio 2023 reca attuazione della Direttiva (UE) 2020/2184 e della delega nella legge n. 127/2022, in conformità ai princìpi e criteri direttivi specifici riguardanti il recepimento della citata direttiva. Esso è finalizzato a :

  • rivedere e introdurre norme intese a proteggere la salute umana dagli effetti negativi;

  • stabilire i requisiti di igiene per i materiali che entrano in contatto con le acque potabili;

  • introdurre un approccio di valutazione e gestione del rischio che sia più efficace;

  • migliorare l’accesso equo per tutti all’acqua potabile sicura;

  • assicurare la comunicazione tra le autorità competenti e i fornitori di acqua e fornire una informazione.



«Smaltimento dei moduli fotovoltaici incentivati in conto energia»


Il DL 198/22 convertito in legge n. 14/23 (G.U. n. 49 del 27 febbraio 2023) prevede che per gli impianti fotovoltaici fino a 10 kW, entrati in esercizio negli anni dal 2006 al 2012 , per i quali è già stato avviato il processo del trattenimento delle quote a garanzia, il termine entro il quale comunicare al GSE la scelta di partecipare a un sistema collettivo per lo smaltimento a fine vita dei relativi materiali è fissato al 30 giugno 2023.








SICUREZZA SUL LAVORO

«Ricorsi su accertamento in materia di lavoro: qual è l'organo competente»

L'Ispettorato Nazionale del Lavoro n. 453 del 08 marzo 2023 fornisce un chiarimento in merito alla possibilità di promuovere ricorso davanti al Comitato per i rapporti di lavoro nell’ipotesi di tirocinio fraudolento.

Il datore di lavoro, nel caso di contestazione, non può proporre ricorso amministrativo al Comitato per i rapporti di lavoro. Secondo l’Ispettorato, la diversa qualificazione del rapporto in chiave di subordinazione risulta direttamente sanzionata da una norma penale nella quale il personale ispettivo non procede con la redazione di un verbale unico di accertamento e notificazione, ma con il diverso provvedimento della prescrizione obbligatoria. Infatti, al contravventore, non resta che ottemperare la prescrizione oppure rivolgersi all’Autorità Giudiziaria alla quale il personale ispettivo ha l’obbligo di riferire la notizia di reato.



«Flussi di ingresso dei lavoratori stranieri e contrasto all’immigrazione irregolare»

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha emanato la nota n. 2066 del 21 marzo 2023 in materia di flussi di ingresso legale dei lavoratori stranieri e di prevenzione e contrasto all’immigrazione irregolare.

La nota tratta:

-semplificazione delle procedure di rilascio del nullaosta al lavoro;

-soggetti cui sono demandate le verifiche;

-capacità economica del datore di lavoro;

-verifica della congruità del numero di richieste presentate;

-asseverazione e protocolli d’intesa tra MLPS e organizzazioni dei datori di lavoro.

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page