top of page
  • Immagine del redattoreAM.SA s.r.l.

FOCUS NORMATIVO FEBBRAIO 2023

SICUREZZA SUL LAVORO


«Lavoratori in smart working: quale medico competente»

L'obiettivo è quello di garantire adeguate condizioni di salute e sicurezza sul luogo di lavoro anche nei confronti di lavoratori videoterminalisti che operano in smart working a svolgere attività lavorativa presso il proprio domicilio, è possibile, per il datore di lavoro individuare, con una apposita nomina, medici competenti diversi e ulteriori rispetto a quelli già nominati per la sede di assegnazione originaria dei dipendenti.




«Distacco transnazionale – oneri di conservazione documentale per il datore di lavoro»


Ha fornito chiarimenti riguardo gli obblighi amministrativi relativi al distacco dei lavoratori per prevenire e contrastare il distacco transazionale non autentico.

Il D.Lgs. 136/2016 ha previsto l’obbligo, a carico del datore di lavoro estero distaccante di conservare, per tutto il periodo del distacco e fino a 2 anni dopo la sua cessazione, la comunicazione pubblica di instaurazione del rapporto di lavoro o documentazione equivalente, e il certificato relativo alla legislazione di sicurezza sociale applicabile.

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con il documento sopracitato, è intervenuto per chiarire che cosa debba intendersi per “documentazione equivalente” alla comunicazione pubblica di instaurazione del rapporto di lavoro.




ANTINCENDIO


«La Regola Tecnica Verticale V.6 del Codice di prevenzione incendi»

Si prevede che nell’autorimessa siano presenti veicoli elettrici e alimentati da combustibili alternativi, con lo scopo di evidenziare come possano cambiare la valutazione del rischio e l’attribuzione dei livelli di prestazione delle misure della strategia antincendio utilizzando e confrontando gli esiti risultanti sia mediante D.M. 1 1986 (regola tecnica verticale tradizionale), sia secondo la V.6 "nuova" regola tecnica verticale.




«Proroga adeguamento antincendio strutture alberghiere»



Stabilisce che le attività ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto , completano l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione degli incendi entro il 31 dicembre 2024.

La condizione è che sia presentata al Comando dei Vigili del fuoco, entro il 30 giugno 2023, la SCIA parziale, attestante il rispetto di almeno SEI delle seguenti prescrizioni, come disciplinate dalle specifiche regole tecniche:

- resistenza al fuoco delle strutture;

- reazione al fuoco dei materiali;

- compartimentazioni;

- corridoi;

- scale;

- ascensori e montacarichi;

- impianti idrici antincendio;

- vie di uscita ad uso esclusivo, con esclusione dei punti ove è prevista la reazione al fuoco dei materiali;

- vie di uscita ad uso promiscuo, con esclusione dei punti ove è prevista la reazione al fuoco dei materiali;

- locali adibiti a depositi.


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page